Emergenza caldo, l’Asp 8 dispone posti letto aggiuntivi negli ospedali della provincia

Col persistere dell’ondata di caldo che, ormai da diversi giorni sta interessando anche la provincia di Siracusa, il numero delle persone costrette a ricorrere alle cure degli ospedali ha subìto una sensibile impennata. Si tratta soprattutto di anziani o persone affette da particolari patologie croniche per le quali l’innalzamento delle temperature può comportare problemi di crisi respiratorie od altro tipo di complicanze. Per venire incontro a questo tipo di esigenza e per alleviare i disagi dovuti all’afa, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa ha disposto la riserva di posti letto, nei reparti maggiormente interessati per patologie correlate degli ospedali della provincia, in aggiunta a quelli già disponibili. Stessa richiesta è stata inoltrata alle cliniche private accreditate con il Sistema Sanitario. “In questi ultimi due giorni” – spiega il dott. Carlo Candiano, responsabile del Pronto Soccorso dell’ospedale Umberto I – “l’afflusso di pazienti al Pronto Soccorso è aumentato del 30 per cento a causa degli effetti delle straordinarie condizioni climatiche. In questi casi” – sottolinea – “la prevenzione è fondamentale”. La raccomandazione, soprattutto alla popolazione anziana, è di bere almeno due litri d’acqua al giorno, anche se non si avverte la sete. Il Piano operativo per l’emergenza calore 2017 è disponibile sul sito istituzionale dell’Asp 8, all’indirizzo www.asp.sr.it

(foto: repertorio internet)