Autostrade siciliane, Faraci (CAS): con società unica grandi benefici all’intera regione

 

Dopo l’emendamento elaborato dal gruppo di lavoro composto da Commissione Bilancio Ars, assessorato regionale infrastrutture, CAS ed ANAS, manca solo il voto finale di Sala d’Ercole per la nascita della società di gestione dell’intera rete autostradale siciliana. “Un progetto importante” – commenta il presidente del CAS, Faraci – “ed un’occasione da non perdere per consentire una gestione di tutte le autostrade siciliane uniforme, attuale, adeguata ai tempi”. La trasformazione del Consorzio in Società per Azioni è stato un obiettivo per il quale il presidente Faraci si è impegnato sin dal giorno del suo insediamento al vertice dell’Ente, convinto che la collaborazione sinergica tra CAS ed ANAS non potesse non portare ad una gestione efficiente ed agile della rete autostradale, consentendo interventi veloci ed immediati. “Non un punto d’arrivo” – precisa Faraci – “ma l’avvio di un procedimento che, se va in porto, segnerà positivamente il futuro della viabilità autostradale in Sicilia e porterà nel complesso grandi benefici all’intera Regione e, come tale” – conclude – “va sostenuto dalla intera classe politica siciliana”. Intanto, per evitare disagi agli automobilisti nel periodo di ferie ferragostane, è stato deciso che i cantieri sull’autostrada Siracusa/Gela saranno chiusi il 20 luglio per riaprire dopo il 10 settembre.

(foto: archivio siracusa2000. In alto a destra il presidente del Cas, R. Faraci)