Tentano il colpo in una tabaccheria ma vengono acciuffati sul “posto di lavoro”

In genere l’assassino non torna mai sul luogo del delitto ma, evidentemente il ladro …si! E’ andata male a due uomini, un 32enne di Siracusa ed un 24enne di origine marocchina, che avevano preso di mira una tabaccheria nella zona di corso Gelone. Dopo un primo tentativo, col taglio orizzontale della saracinesca, probabilmente fallito perché disturbati dal passaggio di qualcuno, i due sono tornati la scorsa notte per portare a compimento il loro progetto. Il problema, però, è stato che, nel frattempo, il tabaccaio aveva segnalato al 112 il tentativo di rapina subìto e così, la scorsa notte, al ritorno sul luogo del delitto, i due malviventi sono stati colti in flagranza proprio da Carabinieri. L’extracomunitario è stato, infatti, beccato con il corpo del reato, cioè una grossa busta che aveva riempito di biglietti della lotteria gratta e vinci, per un valore di circa 850 euro, tre banconote da 20 euro ciascuna e con il cacciavite ancora in mano. Il complice è stato, invece, sorpreso all’esterno del negozio, mentre faceva da palo, imbracciando un grosso piede di porco. Marocchino e indigeno sono adesso agli arresti domiciliari.

(foto: la tabaccheria e la refurtiva recuperata dai Carabinieri)