Ferrovie, firma contratto di servizio non più rinviabile. La Filt Cgil chiede incontro col governo

“Sembrava che fosse stato fatto un importante passo in avanti, quando furono approvati gli emendamenti al contratto di servizio, fatto questo che doveva essere propedeutico alla firma. Invece con il rinnovo del Governo regionale, non solo tutto si è bloccato, ma pare anzi che sia il Presidente Musumeci sia l’assessore Falcone, stiano incontrando varie associazioni di pendolari, impegnandosi a  dare seguito alle loro richieste”. Così dichiara il segretario generale della Filt Cgil, Vera Uccello, chiedendo che il governo incontri anche le parti sociali, ”perché abbiano chiara quale sua la situazione della rete ferroviaria e dei collegamenti nel nostro territorio dove, per il delicato momento che sta vivendo il comparto, la firma del contratto, con gli investimenti previsti, assume particolare valenza”. Per la Filt Cgil, la firma del contratto di servizio non è più rinviabile, così come non  sono più rinviabili l’ ammodernamento della tratta Siracusa-Catania e il potenziamento dei collegamenti, anche intermodali, con il porto di Augusta, con l’aeroporto, con il porto turistico di Siracusa. L’appello di Vera Uccello è diretto, pertanto, alla politica ed ai governatori, affinchè intervengano con speditezza, “poiché” – conclude – “rischiamo la perdita di servizi di trasporto e la paralisi occupazionale”.

(foto: archivio siracusa2000)