La Polizia provinciale scopre una discarica di rifiuti speciali, deferiti i proprietari

Una brillante operazione è stata condotta, oggi, dagli agenti della Polizia provinciale a tutela dell’ambiente e della salute, che ha portato, oggi, al sequestro di una discarica abusiva di rifiuti speciali. Nell’area, ubicata in contrada Cefalino, nel territorio del capoluogo,  venivano smaltiti e livellati con mezzi meccanici, ingenti quantitativi di rifiuti speciali che, per caratteristiche e dimensioni, col tempo, hanno comportato un sostanziale e definitivo mutamento dello stato dei luoghi, modificandone irreversibilmente la morfologia. In base a quanto accertato nel corso delle indagini, i quattro proprietari dell’area consentivano a produttori e trasportatori di smaltire i propri rifiuti nel fondo agricolo, circa 6 mila metri quadrati, allo scopo di livellarlo con la sede stradale. Nella discarica abusiva era presente eternit frantumato, intonaco, scorie di cemento, guaine per l’edilizia, plastica, ferro, materiale lapideo e quant’altro. I proprietari sono stati deferiti a piede libero all’autorità giudiziaria.

(foto: la Polizia provinciale davanti ai cancelli dell’area sequestrata)