Teatro. “Come Te”, uno spettacolo speciale con attori speciali. Assolutamente da vedere

Un percorso all’insegna della socializzazione e dell’integrazione, quello intrapreso dalla Eubios, una cooperativa sociale che si occupa di disabilità, e che si concretizzerà il prossimo 27 febbraio. Si tratta di un progetto di laboratorio teatrale avviato con la collaborazione di Rita Abela, che vedrà i ragazzi della struttura protagonisti di uno spettacolo il cui titolo “Come Te” è assolutamente significativo. E’ la storia di una vecchia scuola di musica e di una cooperativa che si occupa di disabili. Due realtà apparentemente distanti ma che hanno qualcosa in comune:  l’urgente bisogno di aiuto. Aiuto economico per la scuola, che rischia la chiusura, e la necessità di un nuovo canale di comunicazione per la cooperativa. Da qui l’idea del direttore del centro disabili di invitare gli allievi della scuola di musica “a fare arte” con i suoi utenti, prospettando la possibilità di un benefattore interessato a finanziare la sede della scuola. Tutto dipenderà da ciò che i ragazzi sapranno fare. Da qui parte la straordinaria avventura dei giovani attori i quali, tra scherzi, dispetti e battibecchi, alla fine andranno in scena con un risultato davvero sorprendente. Per conoscere il finale, ovviamente, bisogna andarli a vedere al Teatro Vasquez martedì 27 febbraio alle ore 20.30. I testi e la regia sono di Rita Abela, le canzoni in italiano originali di Barbara e Chiara Catera, le coreografie di Tatiana e Marena Bonnici, con Angela Nobile, Angelo Abela e Maurizio Battista.

(foto: la locandina. A destra i ragazzi durante le prove dello spettacolo)