Codice Antimafia, circolare del Prefetto a ex Provincia, sindaci e stazioni appaltanti

Prendendo spunto dalle legge n. 161/17 sulla riforma del Codice Antimafia, il Prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, ha adottato una apposita circolare, inviata al commissario del Libero consorzio, ai sindaci dei 21 comuni ed a tutte le stazioni appaltante, segnalando tutte le modifiche normative,  riguardanti la prevenzione dell’inquinamento mafioso dell’economia legale, sia nella Pubblica Amministrazione che nel privato. Il Prefetto ha, inoltre, ribadito l’importanza della puntuale applicazione del Protocollo di legalità, incluso nell’Accordo di Programma Quadro “Sicurezza e Legalità per lo sviluppo della Regione Siciliana – Carlo Alberto Dalla Chiesa”,  che ha introdotto l’obbligatoria  della cosiddetta “clausola di autotutela” nei bandi di gara per l’appalto di opere e lavori pubblici di importo pari o superiore a 250 mila euro, che prevede l’esclusione dell’aggiudicatario dell’appalto, o il divieto del sub-contratto, qualora vi siano elementi di infiltrazione mafiosa.

(foto: repertorio internet. A sinistra il Prefetto di Siracusa, G. Castaldo)