Calcio/serie C, per il Siracusa solo un pari a reti inviolate contro la Virtus Francavilla

Si è conclusa a reti bianche la prima delle due trasferte consecutive del Siracusa che, questo pomeriggio allo stadio “Franco Fanuzzi” di Brindisi, ha affrontato la Virtus Francavilla. Partono bene i padroni di casa e già al minuto 4 costruiscono la prima occasione con un tiro di Folorunsho che, comunque,  non impensierisce più di tanto il portiere azzurro Tomei.  Alla mezz’ora di gioco è, invece, Mancino che si fa vedere dalle parti dell’estremo difensore della Virtus Francavilla ma, anche in questo caso, nessun problema: tiro intercettato da Mirko Albertazzi. Tre minuti dopo nuova opportunità per  gli azzurri con Scardina che, da centro area, scaglia un pallone che finisce alto. Ancora il Siracusa pericoloso al 38.mo, stavolta sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina, da parte di Nicola Mancino: deviazione in area e palla che va a sbattere dritta sul legno del palo. Nella ripresa, al minuto 48 ci riprova Mancino di sinistro ma, tra i pali, il portiere della Virtus vuole guadagnare l’aureola e compie il miracolo. Nulla di fatto, scorrono i minuti, il Siracusa gioca bene ma non basta e, al 65.mo, rischia grosso per via di un batti e ribatti dentro l’area di rigore, con la conclusione del numero  10 Viola: salva Turati. Dall’altra parte, per gli azzurri, c’è un pericoloso colpo di testa di Liotti, al 72.mo, ma c’è l’ennesimo intervento provvidenziale di Albertazzi. Siracusa bravo ma sfortunato che non riesce a passare nemmeno al minuto 78 con una bella girata di testa di Scardina: palla fuori. Tre i minuti di recupero concessi dal direttore di gara, poi, il triplice fischio e tutti negli spogliatoi. Occasione sciupata, dunque, per il Siracusa che non riesce ad approfittare del turno di riposo del Matera e che, adesso, dovrà concentrarsi sulla seconda trasferta, quella del turno infrasettimanale di mercoledì contro la Paganese. Per le altre siciliane del girone, la Sicula Leonzio si è aggiudicata 2-0 il derby con l’Akragas, giocato al  “De Simone”,  con reti di Bollino e Camilleri; vittoria del Catania, che ha battuto 2-1 in casa la Reggina 1914, e pareggio casalingo del Trapani che, al “Provinciale”, non è riuscito ad avere ragione del Bisceglie. Il Siracusa tornerà a giocare al “De Simone” lunedì 26 marzo alle ore 20.45 per il posticipo con la Reggina. In classifica Lecce 60, Catania 56, Trapani 54, Matera 44, Siracusa 43, Juve Stabia 42.

Siracusa: Tomei; Daffara, Turati, Bruno, Liotti; Palermo (71.mo Toscano), Spinelli; Parisi, Catania, Mancino (80.mo De Silvestro); Scardina (80.mo Bernardo)

(foto: immagine siracusa calcio srl)