Il progetto di “Educazione alla legalità economica” della GdF approda a Palazzolo

Ha fatto tappa all’Istituto di Istruzione Superiore di Palazzolo Acreide il progetto di “Educazione alla legalità economica”, avviato dalla Guardia di Finanza di Siracusa, sulla base del protocollo d’intesa siglato tra il Comando Generale del Corpo ed il MIUR. A fare gli onori di casa, questa mattina, è stato il dirigente scolastico, prof. Rosario Di Luciano, che ha accolto il comandante provinciale delle Fiamme Gialle, col. Antonino Spampinato, ed i suoi collaboratori, per una lezione di legalità economica con gli studenti delle terze classi. Il col. Spampinato, nel presentare gli obiettivi del progetto, si è soffermato sull’importanza dei ruoli che tutte le persone, donne e uomini, dentro e fuori dalle Istituzioni, devono svolgere per la promozione della cultura della “Legalità economico-finanziaria”, a beneficio dell’intera collettività. Al comandante della Compagnia di Siracusa, cap. Dario Bordi, è toccato, invece, illustrare gli ambiti di azione della Guardia di Finanza, quale organo di polizia economico-finanziaria, a tutela delle attività economiche e contro ogni forma di frode. Particolare attenzione, oltre che ai temi legati all’evasione fiscale, è stata prestata anche alla problematica degli stupefacenti ed ai rischi connessi per chi ne fa uso. Alla lezione teorica è seguita, poi, una dimostrazione pratica con una unità cinofila, con la quale è stata simulata una ispezione antidroga. Al progetto è  abbinato un concorso, “Insieme per la legalità”, che coinvolge gli studenti nella rappresentazione grafico-pittorica o video fotografica sul valore civile della legalità economica e sulla attività svolte dalla Guardia di Finanza, in tale ambito. Il termine di scadenza per la presentazione dei lavori è il 30 aprile. La prossima tappa sarà l’Istituto “Insolera” di Siracusa, giovedì 19 aprile.

(foto: da sinistra il cap. Dario Bordi ed il col. Antonino Spampinato durante l’incontro a Palazzolo)