Prende a calci e pugni la porta di casa della ex compagna, finisce ai domiciliari

Sono ormai a cadenza quotidiana le notizie di donne minacciate dall’ex compagno che non si rassegna alla fine del rapporto sentimentale ed è sempre costante la presenza dei Carabinieri che, con il loro intervento, riescono ad evitare situazioni ben più gravi. L’ultimo episodio del genere si è registrato ieri ad Avola e si è concluso con l’arresto di un 24enne il quale, adesso, dovrà difendersi dall’accusa di atti persecutori nei confronti della ex compagna. Nel tentativo di riaprire la relazione, il giovane si sarebbe recato più volte a casa della donna, minacciandola e prendendo a calci e pugni il portone d’ingresso. All’arrivo dei Carabinieri, chiamati dalla vittima, avrebbe, poi, opposto resistenza, procurando lesioni ad uno dei militari, fino a quando non è stato immobilizzato. Dopo gli adempimenti di rito, il giovane è stato condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Siracusa.

(foto: repertorio internet)