Noto, l’Alveria ripulito da oltre cento volontari. E’ il sito dove sorgeva la vecchia città

L’Alveria, sito su cui sorgeva la vecchia città di Noto, riacquista decoro e dignità grazie al lavoro degli oltre 100 volontari che, rispondendo all’appello di Legambiente, hanno partecipato alla Festa del Volontariato. L’iniziativa, promossa con la collaborazione dell’Amministrazione comunale e di altre sette associazioni del territorio, è stata anche un’occasione per riscoprire le origini della città considerato che, su quei sentieri e su quelle aree  ripulite dai volontari, è scritta la storia di Noto, quella Noto poi distrutta dal terremoto dell’11 gennaio 1693. I volontari hanno anche ripulito la Chiesa Madre di San Nicolò, l’Eremo della Provvidenza e il Castello Reale. “Ci piace sapere che c’è grande senso di appartenenza e di attenzione nei confronti del sito del Monte Alveria”, ha detto il vicesindaco Frasca, impegnandosi a nome dell’Amministrazione comunale a valorizzare il sito. Alla Festa del Volontariato hanno partecipato anche gli ospiti della casa di reclusione di Noto.

 

 

(foto: i volontari durante l’opera di pulizia sull’Alveria)