Natura Sicula consegna gli attestati alle nuove guide naturalistiche. La passione diventa professione

Sono stati consegnati  gli attestati di qualifica e dei tesserini FES alle nuove guide naturalistiche, formate da Natura Sicula per la Federescursionismo Sicilia. La cerimonia si è svolta nella sede dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, alla presenza del vicepresidente dell’AMP, Concetta Carbone, del Sindaco di Siracusa, Francesco Italia, del direttore delle riserve Vendicari-Pantalica-Cavagrande, Filadelfo Brogna, del presidente della Federescursionismo Sicilia, Dario Teri, del presidente di Natura Sicula, Fabio Morreale, e degli insegnanti Carmelo Nicoloso e Simona Loreno. Tra le nuove leve, c’è anche  Gemma Quercioli, giovane nipote del compianto campione mondiale di immersione in apnea Enzo Maiorca, che dal nonno ha ereditato l’amore per la natura. “Appena cominciavano le vacanze scolastiche” – racconta la giovane guida – “il nonno Enzo prendeva me e i miei cugini, e ci portava a spasso alla Pillirina, o al fiume Ciane, o ad Ognina, o a cercare il drago del castello Eurialo (ogni castello che rispetti ha il suo drago)”. Una conoscenza che Gemma ha voluto approfondire in età adulta, “perché” – aggiunge – “la vivi in modo diverso, più consapevole. La natura può salvarci la vita”. Una passione che, adesso, si trasforma in professione come ha voluto evidenziare l’archeologa Simona Sirugo, neo guida. “Negli anni il turismo in punta di piedi è cresciuto considerevolmente” – dice – “nel 2017 ben 101 milioni di turisti hanno visitato i parchi nazionali italiani. Il dato è ampiamente sottostimato se si considera l’enorme quantità di parchi e riserve regionali. Il nostro petrolio” – conclude – “è il turismo culturale e naturalistico”.

 (foto: le nuove guide naturalistiche)