No al taglio dei fondi statali destinati alle periferie italiane. Preoccupazione dell’UdS

Anche il sindacato degli studenti, UdS, manifesta serie preoccupazioni per gli oltre 13 milioni di euro destinati alle periferie della città, che potrebbero svanire come neve al sole, con l’approvazione di un emendamento al Decreto “Millepropoghe” del governo nazionale, che ne dispone la sospensione. A rischio, quindi, il progetto di riqualificazione di Acradina ed i lavori di recupero di altre zone, come corso Umberto, via Agatocle e Mazzarrona. Un provvedimento che l’Unione degli Studenti definisce “inaccettabile”, poiché vengono sottratte risorse finanziarie ad una città come Siracusa,”dove già mancano spazi pubblici e di aggregazione soprattutto per gli studenti, quando ogni giorno ci rendiamo conto come le zone periferiche siano in condizioni di abbandono e di malessere”. Il sindacato degli studenti fa sapere di avere preparato una proposta di legge regionale per il diritto allo studio, che prevede fondi proprio a favore degli studenti, per agevolarne l’emancipazione “e che facciano in modo che gli spazi della città” – conclude l’UdS – “siano costruiti a misura di studente”.

(foto: dalla pagina Facebook dell’Unione degli Studenti Siracusa)