Senegalese morto durante partita, denunciato il responsabile del centro. Omicidio colposo

E’ stato denunciato per omicidio colposo, il responsabile del centro accoglienza di Noto dove, il 4 gennaio di quest’anno, un 18enne senegalese perse la vita durante una partita di calcio. Il giovane extracomunitario perdendo l’equilibro andò ad impattare contro il muro in calcestruzzo in prossimità del margine del rettangolo di gioco, riportando un ematoma ed edema cerebrale, che ne provocò la morte, avvenuta, poi, all’ospedale Umberto I.  La Procura aprì un’inchiesta per verificare le condizioni di sicurezza del campo e, adesso, a conclusione ell’attività investigativa, il responsabile della struttura è stato ritenuto colpevole di negligenza, per non aver impedito agli ospiti del centro di utilizzare il campo da gioco, nonostante la  presenza del muro, e di non aver adottato alcuna iniziativa per rimuoverlo né per attenuare il rischio di incidenti.

(foto: repertorio internet)