Un esperimento di social housing nel futuro dell’ex albergo scuola di via Crispi

L’ex albergo scuola, lo storico monumento allo sperpero di pubblico denaro ed alle incompiute, di via Francesco Crispi, riavrà presto una nuova veste funzionale sia sotto l’aspetto urbanistico che sociale. L’immobile, acquistato dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari di Siracusa nel 2017, sarà, infatti, interessato da un complesso intervento di ristrutturazione, finanziato da comunitari. Un esperimento di social housing al quale credono il Commissario Straordinario dell’ IACP di Siracusa, Antonino Lutri, ed il Direttore, Marco Cannarella, e che sarà oggetto di una presentazione pubblica ufficiale, entro la fine dell’anno. Il progetto, che è stato presentato questa mattina al sindaco Francesco Italia, prevede la realizzazione di appartamenti di edilizia sociale destinati alle famiglie in possesso dei requisiti previsti dal progetto. L’edificio ospiterà, inoltre, un infopoint, una palestra e vari spazi comuni che potranno essere utilizzati anche per eventi promossi da istituzioni ed associazioni. “Un progetto che come ha detto il direttore dell’Iacp, Cannarella, “avrà una ricaduta positiva su tutta l’area, portando in città non solo un modello innovativo di edilizia sociale, ma inaugurando anche una serie di lavori di riqualificazione di cui siamo certi beneficerà l’intera zona”. Piena disponibilità da parte dell’Amministrazione comunale che crede nella riqualificazione di quell’area. “La zona dell’ex albergo-scuola” – ha detto il sindaco Italia – “rappresenta un quartiere particolarmente importante per la città di Siracusa, sia come luogo di transito, che come tessuto connettivo di vari servizi e attività che vi risiedono. Incentivare l’accoglienza di nuovi nuclei familiari e migliorare la vivibilità della zona” – ha aggiunto – “favorirà la riqualificazione di tutto l’ecosistema urbanistico e sociale”.