Abusò sessualmente di una dodicenne con problemi mentali, mostro in manette

Approfittando del rapporto di fiducia con la figlia minorenne dei vicini di casa, le avrebbe usato violenza sessuale. Ad incastrare il mostro, un avolese, sono state le indagini condotte dai Carabinieri e dirette dalla Procura della Repubblica di Siracusa, che si sono avvalse dei rilievi dei RIS. Su alcuni indumenti della bambina, sono risultate, infatti, tracce di un rapporto sessuale con l’uomo. L’atto si sarebbe consumato in una circostanza in cui l’arrestato sarebbe riuscito ad entrare in casa della bambina, affetta da grave ritardo mentale, e, approfittando dell’assenza dei genitori,  avrebbe abusato di lei. L’inchiesta è scattata a seguito di una denuncia dei genitori della bambina, all’epoca dodicenne.

(foto: archivio Carabinieri)