Ottava edizione del “Premio Tiche”, consegnati i riconoscimenti ai talenti siracusani

Si è svolta nell’auditorium dell’Istituto comprensivo Nino Martoglio, la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione del Premio Tiche, organizzato dall’associazione culturale “Dueppiù per la città che vorrei“. A consegnare i riconoscimenti ai talenti nel campo artistico, culturale, musicale e sportivo, sono stati Sergio Pillitteri, presidente dell’associazione organizzatrice, ed alcuni componenti del direttivo: Giuseppina Mirabella, presidente della giuria, Sebastiana Mozzicato, Pino Cultrera e Nino Risuglia.

Premi eccellenza (quelli consegnati ad alunni direttamente segnalati dalle scuole):  Chindemi – Solidea Tagliata, II B  per la musica;  Vittorini –  Mirea Bramante  V C primaria per il teatro e la recitazione, Raffaele Serra VC primaria, per la musica, Pan Alessandra Ja  III C secondaria di I grado, per il rendimento scolastico. Raiti – Mattia Pezzinga III A secondaria I grado per lo sport, boxe; Archia – Anna Trapani e Chiara Iacono, ambedue della V A, plesso Carducci, per il rendimento scolastico. Chindemi – Elena Taccone II A, secondaria I grado, per la musica; Daniele Liistro  II A, per lo sport e la vela.

Questa la classifica del premio Tiche:

Categoria fotografia scuole: terzi classificati ex aequo Pietro Marano, II E Istituto Paolo Orsi con la fotografia dal titolo “Siracusa che vorrei” e Siria Bianchi, III A Istituto Chindemi. Seconda classificata: Gaia Meyringer classe III A Istituto Archimede con la fotografia dal titolo “L’alba di un nuovo giorno a Siracusa”. Primi classificati i ragazzi della classe I operatore elettrico del Cirs (Comitato italiano per il reinserimento sociale), con la motivazione: “Panorama completo sulle tematiche sociali che rende contestuali e visibili problemi rilevanti”.

Categoria disegno scuole: terza classificata Karol Maria Piccione, II A istituto Martoglio. Seconda classificata Sofia Spada, III A Istituto Archia, plesso Carducci. Primo classificato Alessandro Cro, II E, istituto Paolo Orsi, con la motivazione: “Rappresentazione plastico-fantastica di una realtà auspicata ma fattibile”.

Premio extra per la sezione poesie scuola al lavoro composto in lingua inglese da un’alunna della II B dell’istituto Chindemi: Stella Esham.

Categoria poesie scuole: terzo classificato Marco Maria Di Natale, II E, Istituto Paolo Orsi con la poesia dal titolo “La città che vorrei”. Seconda classificata Aurora Grasso, classe V A Istituto Martoglio con la poesia “Alla mia terra”. Primo premio ex aequo Rosamaria Bizzini, I B istituto Costanzo con la poesia dal titolo “Siracusa da vivere”, con la motivazione: “Poesia fresca e matura allo stesso tempo, che aiuta a riflettere”. Giada Stracquadanio, I B istituto Brancati, con la poesia dal titolo “La Siracusa che vorrei”, con la  motivazione: “Poesia di sintesi efficace e completa che mette a fuoco il tema proposto”. Tra i  riconoscimenti assegnati, quello alla Capitaneria di Porto di Siracusa, a Vincenzo Tubolino per la cultura enogastronomica,  a Vittoria De Marco Veneziano per la letteratura, a Maria Bella per le tradizioni e la cultura popolare, e all’Unitalsi per il volontariato sociale.

(foto: un momento della cerimonia di consegna del Premio Tiche)