Ex Province, dipendenti in piazza a Palermo. Armao: tavolo tecnico la settimana prossima

Potrebbe essere convocato già la prossima settimana il tavolo tecnico con il presidente della Regione, il presidente dell’Ars, i capigruppo ed i deputati e senatori siciliani per trovare una via di uscita alla crisi delle ex Province. E’ quanto emerso, questo pomeriggio, a seguito dell’incontro che i rappresentanti sindacali di Cgil,Cisl e Uil, hanno avuto con l’assessore regionale all’Economia Armao, al quale è stato chiesto di attivarsi in tal senso. Oggi è stata una giornata di mobilitazione generale per i dipendenti delle nove ex Province dell’isola, che hanno manifestato con un sit-in sotto la sede del Parlamento regionale, in concomitanza con l’incontro sindacati-Armao, che si è, però, svolto nella sede dell’assessorato all’Economia in via Notarbartolo. Obiettivo del tavolo, si legge nella nota sindacale unitaria, “è quello di tracciare la strada più breve verso una norma salva-province”. “Ognuno deve assumersi la propria responsabilità” – proseguono Cgil, Cisl e Uil – “di fronte alla situazione critica in cui si trovano, ormai, gli Enti di area vasta, per via dei pasticci legislativi, sia nazionali che regionali, che si sono susseguiti in questi anni”. Un centinaio, tra dipendenti dell’ex Provincia di Siracusa e di Siracusa Risorse, hanno raggiunto il capoluogo siciliano per prendere parte alla manifestazione di questo pomeriggio. Solidarietà ai “provinciali” arriva dal capogruppo del Partito Democratico, Giuseppe Lupo, che, a nome del suo partito, si è dichiarato pronto a lavorare “ad una soluzione a questa vicenda durante l’esame della finanziaria in aula, purché” – evidenzia – “il governo non continui ad ignorare le emergenze della Sicilia”.

(foto: il sit-in a Palazzo dei Normanni, sede dell’Ars – immagine di Angelo Ragusa)