Il monitoraggio della qualità dell’aria a tutt’oggi è garantito. Lo precisa l’ex Provincia

“Non è in corso nessuna smobilitazione della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, il cui funzionamento costituisce uno dei principali servizi resi alla collettività, ed è a tutt’oggi garantito da questo Libero Consorzio Comunale, malgrado la grave condizione economica in cui versano le ex Province regionali, conseguenza dell’avvio del processo della loro riforma, mai perfezionatosi”. Palazzo del Governo smentisce categoricamente il paventato smantellamento della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, così come riferito da alcune testate giornalistiche locali. La “centralina” di viale Teracati, spiegano dall’ex Provincia,  è stata riposizionata presso il campo scuola “Pippo Di Natale”, così come previsto dal progetto di realizzazione della rete di monitoraggio regionale, curato da Arpa Sicilia e condiviso da ex Provincia e Comune di Siracusa. Il progetto comprende nel complesso nove centraline di proprietà dell’ex Provincia, “che ne garantisce altresì la gestione e manutenzione e di cui Arpa Sicilia” – si legge nella nota – “assumerà nel prossimo futuro la totale competenza”. Per quanto riguarda la “centralina” di via Bixio, Palazzo del Governo precisa che non è stata dismessa, bensì spostata al Pantheon, così come previsto nell’ambito dello stesso progetto di razionalizzazione e realizzazione della rete regionale curato da Arpa Sicilia.

(foto: la centralina all’interno del campo scuola. A destra archivio siracusa2000)