Stop agli incidenti stradali in contrada Targia, Dell’Arte: ecco come renderla più sicura

All’indomani del drammatico incidente in contrada Targia, costato la vita ad un giovane centauro, Rosario Dell’Arte, ex consigliere di Grottasanta, torna a denunciare la pericolosità di quella strada e  rilancia la sua vecchia proposta che, adesso, dopo l’ennesima vittima, meriterebbe di essere presa in seria considerazione da chi di competenza. “Ripristinare in maniera uniforme il manto stradale e procedere alla creazione di uno spartitraffico con almeno due piccole rotonde”. Questa, secondo Dell’Arte, esperto di infortunistica e consulente tecnico d’ufficio presso il Tribunale, la ricetta per rendere più sicura quell’arteria. “Lo spartitraffico” – spiega – “non solo permetterebbe di evitare il superamento della doppia striscia longitudinale durante i sorpassi, ma non permetterebbe anche il cambio di inversione trasversale o il raggiungimento delle ditte presenti in contromano, compiute non solo dai conducenti di automobili ma soprattutto dei numerosi autocarri per abbreviare la destinazione”. Per contenere la spesa, Dell’Arte suggerisce di fare ricorso ad un cordolo in cemento, così come avvenuto in viale Paolo Orsi, con al centro la siepe. “Ciò” – conclude – “permetterebbe di evitare il superamento della segnaletica orizzontale di doppia linea in fase di sorpasso e l’inversione trasversale di corsia”.

(foto: il dott. Rosario Dell’Arte durante una sua lezione sull’omicidio stradale)