Calcio, la Champions League Araba parla italiano con il broadcasting di Videobank SpA

 

C’era anche un po’ di Italia, anzi di Sicilia e, ancor meglio della professionalità di un’azienda siciliana specializzata in telecomunicazioni, ieri sera a Tunisi, allo  Stade Olympique de Sousse, per la semifinale di andata della Arab Club Champions Cup ( la Champions League Araba ),  tra Etoile Du Sahel  e Al-Merreikh.Una partita di grande importanza non solo sotto l’aspetto calcistico, ma anche dal punto di vista della tecnologia, considerato che si è trattato del primo storico match giocato in Africa con l’ausilio della VAR. Un evento sportivo importante anche per la storia di Videobank SpA, che ha prodotto la trasmissione per la Abu Dhabi Sport Television. In campo il meglio della tecnologia della società siciliana, leader in Italia ed in Europa nei servizi di Broadcasting Video e Uplink Satellitare, che ha schierato uomini e mezzi, con 12 telecamere drone ed oltre 8 postazioni audio, dislocate all’interno dello stadio, coordinate dal capotecnico Francesco Aloi. Videobank SpA, con sede a Belpasso e che conta oltre 80 dipendenti nelle sue 11 sede italiane,  lavora per autorevoli testate televisive in tutto il mondo e vanta tra i tanti clienti internazionali , Eurovision, TV3 Catalana,  Al Jazeera, Canal Plus, CNN, CBS, Reuters e BBC. Per la cronaca, la partita si è conclusa col risultato di 1-0 a favore dell’ Etoile Du Sahel, con rete di M. Ben Ouannes  (45’+2).

 

(foto: i tecnici di Videobank impegnati nella regia video)