Morto l’assessore regionale ai Beni Culturali, Tusa. Era sull’aereo precipitato in Etiopia

“È una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro”. Lo ha scritto su Facebook il Presidente della Regione, Nello Musumeci, dopo aver avuto la conferma ufficiale dalll’Unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che il nome dell’assessore regionale ai Beni Culturali, Sebastiano Tusa è tra i 157 passeggeri a bordo dell’aereo della Ethiopian Airlines precipitato in Etipia. Tusa, era atteso a Malindi per una conferenza internazionale Unesco. Nato a Palermo il 2 agosto 1952, archeologo di fama internazionale, docente universitario, Tusa ha ricoperto la carica di Sovrintendente del Mare della Regione Sicilia e, l’11 aprile 2018, era stato chiamato in Giunta dal presidente della Regione, Musumeci, che gli aveva affidato l’assessorato ai Beni Culturali. Il volo ET 302, sul quale sarebbero imbarcati in tutto 8 italiani, è precipitato alle ore 8.44 (ora locale), esattamente sei minuti dopo essere decollato dallo scalo di Addis Abeba. Non ci sarebbero sopravvissuti.

(foto: da sinistra il Presidente della Regione, N. Musumeci, con l’assessore S. Tusa)