Ias, per Ficara e Zito “il controllo deve rimanere in mani pubbliche”. Priorità a tutela salute

“La Regione, proprietaria del depuratore consortile, ha tardivamente preso coscienza del suo ruolo, attraverso il consorzio ex Asi. Deve ora dimostrare di saper svolgerlo appieno, anche con il nuovo gestore che verrà”. Lo dichiarano i parlamentari del M5S, Stefano Zito e Paolo Ficara, intervenendo sulla vicenda del depuratore Ias. “Il controllo” – sottolineano – “deve rimanere in mani pubbliche ma occorre un cambio di passo rispetto ad un passato recente”. L’allusione dei due deputati grillini è alle lotte politiche per la conquista delle poltrone nel CdA, piuttosto che per la tutela dell’ambiente e delle manutenzioni.

(foto: repertorio internet. A sinistra dall’alto, P. Ficara e S. Zito)