Commercio, no all’apertura nei festivi. Proclamati 5 giorni di sciopero in tutta la Sicilia

21 aprile, 22 aprile, 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno. Queste le date individuate da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil per le cinque giornate di sciopero dei lavoratori del commercio. Come spiegano i segretari regionali delle tre sigle, Monja Caiolo, Mimma Calabrò e Marianna Flauto, alla base della protesta c’è la volontà “di garantire a tutte le lavoratrici e ai lavoratori del settore il diritto al riposo festivo nel rispetto di un giusto significato e valore delle festività del nostro Paese”. Alla proclamazione delle cinque giornate di sciopero, c’è la mancanza di risposte da parte del governo regionale, al quale erano stati chiesti dei correttivi all’attuale sistema normativo che regola le aperture domenicali e festive. “La liberalizzazione, introdotta nel 2012” –  sostengono i sindacati – “non ha prodotto un incisivo aumento dei consumi, ma in realtà ha solo distribuito i fatturati su sette giorni anziché su sei, contribuendo in tal modo” – sottolineano – “a peggiorare le condizioni lavorative degli addetti del settore e incrementando unicamente instabilità e precarietà nel settore dell’occupazione”. I lavoratori si asterranno dal lavoro per otto ore per l’intero turno.

(foto: repertorio internet)