Raccolta differenziata, dato regionale in crescita. Pierobon: serve il contributo di tutti

“La differenziata è salita in un anno di dieci punti percentuali. Ci sono stati dei problemi ad alcuni grossi impianti che trattano l’organico in Sicilia e alcuni guasti stati aggiustati. Bisogna però ribadire che differenziare conviene a tutti, rispetta l’ambiente e nel tempo riduce i costi”. L’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, saluta con soddisfazione le cifre fornite dal sito del Dipartimento regionale Acque e Rifiuti che riferiscono di un 31,3% nella raccolta differenziata. Il dato si riferisce al 31 dicembre 2018 ma è, certamente, destinato a crescere, considerato il lavoro capillare che sia la Regione che le Amministrazioni locali stanno facendo per sensibilizzare le popolazioni. “L’informazione” – sostiene l’assessore Alberto Pierobon – “gioca in questo processo un ruolo fondamentale nel raccontare gli ostacoli, i risultati raggiunti e i benefici per la cittadinanza. Per questo serve cautela nel raccontare la situazione attuale”. In Sicilia si producono circa 300 mila tonnellate l’anno di organico, con 13 impianti di compostaggio che possono trattare 327.231 tonnellate di umido. “Serve il contributo di tutti, ognuno per il proprio ruolo” – conclude la nota – “e bisogna avere fiducia nel lavoro del governo”.

(foto: archivio siracusa2000)