Presentato il protocollo d’intesa sul turismo, Italia: pubblico e privato per creare sviluppo

308 mila euro per migliorare la fruizione del patrimonio culturale, sono in arrivo dalla Comunità Europea tramite la Regione Siciliana e rappresentano la base di partenza per realizzare gli obiettivi previsti dal Patto per il turismo, presentato ieri pomeriggio a Palazzo Vermexio. L’accordo, che avrà durata due anni, punta a mettere in campo una strategia comune tra tutti gli attori aderenti al Patto (63 in tutto) per la valorizzazione delle risorse del patrimonio culturale e delle realtà territoriali. Si punta a rafforzare il legame identitario tra il cittadino e le potenzialità del territorio, a dare vita ad una offerta turistica capace di soddisfare una domanda sempre più diversificata e a realizzare un portale web di facile accesso per fornire informazioni aggiornate ai viaggiatori. “Lo spirito di questo protocollo, da cui mi aspetto molto” – ha detto il sindaco di Siracusa Francesco Italia – “è qualcosa in cui credo fortemente: la collaborazione tra pubblico e privato in un’ottica di creazione di valore e sviluppo”. Prossimo passo sarà la costituzione di una cabina di regia. Alla presentazione, avvenuta alla presenza degli aderenti al Patto e della autorità civili e militari, sono intervenuti anche l’assessore comunale alla Cultura, Fabio Granata, il soprintendente della Fondazione Inda, Antonio Calbi, ed il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti.

(foto: archivio siracusa2000. A sinistra il sindaco di Siracusa, F. Italia)