Lo strano sversamento nella spiaggetta di Fanusa. Sarà acqua minerale? Intervenga il Comune

In un momento in cui l’Amministrazione comunale sta provvedendo, saggiamente,  a ripulire i canali di scolo delle acque piovane, per prevenire gli allagamenti ed evitare che le strade cittadine si trasformino in fiumi e laghi, da Fanusa, ridente contrada balneare tra Terrauzza e Costa del Sole, ci segnalano la presenza di un canale di scolo alquanto inusuale, che, dall’inizio dell’estate sversa in mare un imprecisato liquido. La cosa preoccupa non poco i villeggianti e quanti frequentano la spiaggia di contrada Fanusa anche perché, nelle ultime settimane, lo sversamento è diventato più copioso e continuo e, non conoscendone l’origine, cioè la fonte dalla quale viene generato, si fanno svariate ipotesi. La speranza, come sostiene qualcuno, giusto per sdrammatizzare,  è che possa trattarsi di acqua minerale pura e batteriologicamente immune perché, se così fosse, la cosa potrebbe avere effetti assolutamente benefici per la salute e per l’economia, visto che il Comune potrebbe … imbottigliarla e commercializzarla! Il timore, però, è che possa trattarsi, invece, di acque tutt’altro che bianche ed innocue, perché in quel “ruscello”  si avvertirebbe un odore decisamente sgradevole. In tal caso, si starebbe consumando un danno ambientale, considerato che lo sversamento attraversa tutta la spiaggetta (che pullula di bagnanti) e finisce direttamente nelle acque del mare. Nell’incertezza, comunque, i villeggianti chiedono che gli uffici comunali preposti intervengano al più presto, per analizzare la qualità di quel liquido, individuarne l’eventuale sorgente e, ovviamente, confermare o meno la balneabilità del mare e la salubrità della spiaggetta.

(foto: alcune immagini dello sversamento nella spiaggetta di contrada Fanusa)