Una decina di minuti di pioggia battente … e città in ginocchio! Un copione ormai usuale

Zona alta della città in ginocchio per la forte pioggia che è venuta giù nell’arco di una ventina di minuti, intorno alle ore 9.30, e che, come ormai da copione, ha trasformato strade e piazze in fiumi in piena e laghi. Decine di auto in panne, bloccate dall’acqua che arriva fin sopra gli sportelli, cassonetti e carrellati per la raccolta dei rifiuti trasportati a destra e a manca in balìa delle onde e sacchi spazzatura galleggianti, soprattutto nella zona di Santa Panagia e Mazzarrona. Disagi più contenuti, invece, nella zona bassa, in Ortigia, e nella zona umbertina dove “l’attacco di Giove pluvio” è stato meno incisivo. A farne le spese soprattutto i turisti, sorpresi dalla pioggia, i quali hanno dovuto esporsi ad un “bagno” fuori programma. Acqua alta anche in alcuni tratti delle autostrade Siracusa – Catania e Siracusa-Rosolini, in via Elorina e ad Epipoli. Agli automobilisti si raccomanda di prestare prudenza e attenzione ai tombini scoperchiati dall’acqua, che possono rappresentare una seria insidia e non solo per gli automezzi. Oggi dovrebbero essere, comunque, gli ultimi colpi di coda della perturbazione che sta interessando tutto il centro-sud perché, già domani, dovrebbe registrarsi un miglioramento generale delle condizioni meteo e, nel fine settimana, non si escludono temperature sopra i trenta gradi.