Sicurezza pedonale, AAA cercasi urgentemente “zebre” per via G. Di Natale e zone limitrofe

Anno scolastico nuovo … problemi vecchi per studenti ed alunni siracusani che si ritrovano a fare i conti con le stesse situazioni di criticità lasciate agli inizi di giugno, cioè al termine dell’anno scolastico. In questa sede, però, non vogliamo occuparci di problemi strutturali, legati alla fatiscenza degli edifici che, purtroppo, accomunano una grandissima parte di studenti di Siracusa e provincia. Oggi, grazie alle segnalazioni dei nostri lettori, tratteremo, infatti, un altro “piccolo problema” che riguarda i “piccoli studenti” della scuola elementare di via Archia. Un problema di “zebre” che, però, non ha nulla a che vedere con lo zoo ( cosa che i bambini gradirebbero certamente meglio!) perché riguarda la mobilità urbana. Le “zebre”, o per essere più chiari, le strisce pedonali, da sempre sono una delle tante noti dolenti di questa città, come del resto ognuno di noi può constatare girando per le strade sia in centro che in periferia. In certe zone, in certi periodi, come è accaduto nelle scorse settimane, le segnaletiche orizzontali vengono ridisegnate e il problema sicurezza pedoni sembra apparentemente risolto. Poi, però ci sia accorge che si tratta di “apparizioni” di breve durata perché quelle “zebre” via via che passano i giorni ( e le gomme degli automezzi) vanno scomparendo! Ci sono, alcune strade dove, invece, le “zebre” non sbiadiscono mai per il semplice fatto che … non vengono neppure disegnate. Qui veniamo al nocciolo del nostro intervento, perché  nel tratto compreso tra Via Giuseppe Di Natale, via Francesco Mauceri e via Archia, le strisce blu del parcheggio a pagamento sono ben visibili ma, da almeno tre anni, le “zebre” sono latitanti. E non è certo, roba di poco conto, considerato che siamo in una zona ad alta densità di traffico, sia veicolare che pedonale, e chi attraversa la strada rischia grosso.  E a rischiare grosso, ogni mattina, sono gli alunni della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo “L. Radice” che insiste in quella zona e che, ogni mattina, devono attraversare quelle strade. Una lotteria quotidiana dove, però, non si vince alcunchè, anzi (facendo i debiti scongiuri!) si rischia di perdere perché, bontà nostra, di automobilisti indisciplinati  a Siracusa non ne mancano. Molte auto, come ci dice qualche genitore, non si fermano nemmeno se stai attraversando sulle strisce pedonali, pensa un po’ se rallentano quando di strisce pedonali all’incrocio non ce ne sono! Insomma, esiste un oggettivo problema di sicurezza in quella zona e sarebbe opportuno rimediare, e in fretta, a tutela dei bambini, i quali devono poter arrivare a scuola sereni e incolumi, e  delle mamme, che non devono stare col patema d’animo che i loro figli possano essere travolti dalle auto.

(foto: due immagini di via Giuseppe Di Natale senza strisce pedonali agli incroci)