Formazione, l’Avviso 8 può partire. Tre anni persi inutilmente tra carta bollata e ricorsi

L’Avviso 8 è legittimo. Così si è espresso il Cga, con tre diverse sentenze tutte convergenti e, pertanto, dopo tre anni di blocco a causa dei ricorsi presentati, la Formazione professionale in Sicilia può, finalmente, ripartire. Ci sono 136 milioni di euro da mettere in circolo e 5 mila posti di lavoro che si riattivano, con benefici per l’intera economia dell’isola. Soddisfatto, e non potrebbe essere altrimenti, l’ex assessore regionale alla Formazione e Pubblica Istruzione, Bruno Marziano, “padre”dell’Avviso 8,  che non nasconde, però, l’amarezza perché “tutto questo poteva  avvenire ben tre anni fa” – commenta – “con  risultati   diversi e senza conseguenze negative per i lavoratori”. “Confido adesso nella immediata attuazione  del dettato delle sentenze” – aggiunge Bruno Marziano – “perché conosco la sensibilità e l’impegno  dell’attuale assessore al ramo prof . Lagalla  che, in questi anni, ha voluto portare avanti e difendere  il lavoro già avviato precedentemente”.

(foto: l’ex assessore regionale alla Formazione e Pubblica Istruzione, B. Marziano)