Borse di Studio Legge 62/00. Ferme da 5 anni … per mancanza di personale alla Regione!

Tra i tanti paradossi dovuti alla lentezza della burocrazia c’è quello delle Borse di Studio per gli studenti, previste dalla Legge Regionale 62/2000, che non vengono erogate dal 2014. Si tratta di 50 milioni di euro, che rimangono fermi nei cassetti dell’Assessorato regionale e, nel frattempo, gli studenti beneficiari si sono anche diplomati e laureati! La causa di questo eccessivo ritardo, come si è appreso in sede di V Commissione Cultura-Formazione-Lavoro all’Ars, sarebbe la mancanza di personale per il disbrigo delle pratiche. Roba da rimanere esterrefatti, come ha commentato l’on. Marianna Caronia dopo l’audizione in Commissione (da lei richiesta) dei dirigenti dell’assessorato. “La mastodontica Regione Siciliana” – commenta – “non ha qualche dipendente che possa materialmente preparare pochi atti formali, perché il grosso del lavoro lo fanno i comuni che raccolgono tutte le istanze”. Sul territorio, le istanze per le Borse di Studio vengono gestite dai Comuni, per le scuole fino alle medie, e dalle ex Province, per le scuole superiori e per l’Università, ma i fondi arrivano dalla Regione. “Mi aspetto dal presidente Musumeci e dall’assessore Lagalla che non tollerino ulteriormente questa situazione” – conclude l’on. Marianna Caronia – “imponendo ai propri dirigenti di procedere all’erogazione delle somme in tempi brevissimi.”

(foto: repertorio internet. A destra, l’on. Marianna Caronia)