Augusta, Fp Cisl: sulla stabilizzazione dei precari comunali non ci sono più alibi nè scuse

“Entro fine dicembre occorre l’approvazione del bilancio consuntivo 2018, evitando di perdere un’opportunità che penalizzerebbe i lavoratori”. E’ il monito del segretario generale della Fp Cisl, Ragusa-Siracusa, Daniele Passanisi, rivolto all’Amministrazione comunale di Augusta. Per lavoratori si intendono i precari dell’Ente, sulla cui stabilizzazione, sottolinea l’esponente sindacale “non ci sono più alibi, né scuse”. “Il gioco a rimpiattino come lo scarico di responsabilità tra sindaco e giunta da una parte e i dirigenti comunali dall’altra non ci interessano” – scrive Daniele Passanisi – “Quello che conta adesso sono i fatti concreti: la stabilizzazione dei dipendenti comunali”. L’ostacolo è rappresentato proprio dalla mancata approvazione del bilancio consuntivo 2018, che ha bloccato l’immissione in ruolo del personale precario.

“Al Comune di Augusta” – prosegue il segretario generale della Fp Cisl Ragusa-Siracusa – “diciamo, quindi, di prendere esempio dal Comune di Sortino, dove al termine di un percorso di confronto nell’interesse del futuro dei dipendenti comunali” – conclude – “si è giunti alla loro stabilizzazione”.

(foto: il segretario generale della Fp Cisl Ragusa-Siracusa, D. Passanisi)