Amministrazione comunale, le proposte di De Simone per garantire la democrazia di governo

Con la cancellazione dei Consigli di Circoscrizione, lo scioglimento del Consiglio comunale e la decisione del sindaco di proseguire fino al termine del mandato, la tenuta democratica in città è a rischio. Questa la deduzione di Damiano De Simone, presidente della Consulta civica che stigmatizza la mancanza della rappresentanza del popolo nell’Amministrazione cittadina. “Sarebbe, quindi, opportuno” – suggerisce – “istituire un’assemblea delle associazioni di categoria, ritenute pilastro della società siracusana, da convocare mensilmente, con le quali avviare confronti programmati, di tipo consultivo, sulle attività della Giunta, tenendo conto” – prosegue – “che esse fungono da termometro di comunità, sotto i vari aspetti che la compongono, pertanto fondamentali al buon governo”. Al sindaco Francesco Italia l’invito a provvedere alla nomina dei Delegati di Quartiere “come già fatto a Belvedere” – scrive – “di cui non si comprendono ancora i motivi di tale provvedimento che risulta essere iniquo nei riguardi di Cassibile, che” – conclude – “merita particolari attenzioni vista la distanza dal centro Città.

(foto: archivio siracusa2000)