Flussi turistici in aumento e molte strutture prolungano l’apertura fino a inizio gennaio

I dati autunnali relativi ai flussi turistici in città, con riferimento al mese di settembre e fino alla prima metà di novembre, sono incoraggianti, perché registrano un buon segnale di ripresa. Una notizia che” – nella valutazione di Giuseppe Rosano, presidente di Noi Albergatori – “fa ben sperare in un significativo ridimensionamento dei cali fin qui registrati, cali che peraltro” – puntualizza – “hanno interessato quasi tutta la Sicilia”. Sia pur soltanto proiezioni, i dati indicano, comunque, una inversione di tendenza rispetto all’estate che, invece, non ha avuto i numeri degli anni passati. “Tanto è vero” – aggiunge Giuseppe Rosano – “che molti albergatori hanno deciso di mantenere le strutture ricettive aperte almeno fino ai primi di gennaio 2020, in controtendenza con Taormina, dove oltre l’80% degli alberghi ha chiuso i battenti”. I turisti, però, bisogna non solo farli arrivare, ma saperli intrattenere e farli ritornare, per questo, l’associazione Noi Albergatori ha elaborato un pacchetto di azioni da intraprendere, sulle quali si confronterà con il sindaco Francesco Italia. Tra le idee che si intende proporre, valorizzare gli spazi urbani di Ortigia, favorire la nuova imprenditorialità nei quartieri della Giudecca e della Graziella, creare itinerari turistici al di fuori di Ortigia.

(foto: archivio siracusa2000)