Rapina in una tabaccheria di corso Umberto, 27enne finisce agli arresti domiciliari

Ancora un tentativo di rapina che si conclude con la fuga del ladro e l’arresto da parte della Polizia. Dopo la rapinatrice che venerdì pomeriggio, dopo la reazione del gioielliere, si è data alla fuga, rimanendo, però, bloccata dentro la porta blindata e, quindi, arrestata, ieri pomeriggio, un altro episodio quasi simile, in corso Umberto. Intorno alle 15, un 27enne, già noto alle forze di polizia,  si è presentato in una tabaccheria col volto parzialmente coperto da sciarpa e cappello e, dopo aver spintonato il titolare, si è diretto verso la cassa impossessandosi del denaro, circa 300 euro, poi si è dato alla fuga. Anche qui, come nel caso della gioielleria, il titolare del negozio ha reagito e, insieme ad un cliente, si è messo all’inseguimento del rapinatore riuscendo, in un  primo momento a trattenerlo ma, poi, gli è sfuggito. Sono stati gli agenti della Polizia di Stato che lo hanno, infine, intercettato nelle vie limitrofe e proceduto all’arresto. L’uomo è, adesso, agli arresti domiciliari.

(foto: repertorio internet)