Avola, i sindacati degli edili chiedono la sospensione delle concessioni nei cantieri irregolari

Anche per il 2020, quella per la legalità sarà una delle battaglie che le segreterie provinciali di Feneal-UIL, Filca-CISL e Fillea-CGIL porteranno avanti, anche a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ed è di oggi la notizia che le tre sigle sindacali hanno chiesto al Comune di Avola la sospensione della concessione edilizia per 17 cantieri, già segnalati agli organi competenti, per sospette irregolarità nei confronti dei lavoratori. “Si sospenda la concessione fino a quando non avverrà la regolarizzazione”. Così scrivono i segretari generali provinciali di Feneal e Fillea, Saveria Corallo e Salvo Carnevale, ed il referente territoriale di Filca-Cisl, Luca Gintili, annunciando che, nei prossimi giorni, faranno le stesse richieste al Comune di Augusta. Al sindaco di Avola i sindacati degli edili chiedono anche una accelerazione sul protocollo di legalità, presentato nel mese di settembre e sul quale si attende ancora una risposta. “Siamo all’ennesima dimostrazione, se ce ne fosse bisogno”-  concludono Corallo, Carnevale e Gintili – “di quanto sia essenziale che tutti i Comuni si dotino di uno strumento condiviso di controllo e monitoraggio dei lavori edili pubblici e privati!”

(foto: repertorio internet)