Diario della pandemia. In calo i contagi ma anche i tamponi. Critica la situazione a Ragusa

Torna sotto quota 1000 l’incremento giornaliero dei contagi in Sicilia che oggi, su tutto il territorio regionale, registra 909 nuovi casi. Attenzione, però, perché i tamponi processati sono appena 7.561.

Nelle ultime 24 ore, l’incremento dei ricoveri è di 56 unità e le terapie intensive registrano un +5 rispetto al dato precedente. 20 i decessi.

Resta preoccupante la situazione nel palermitano, dove si concentrano 597 dei 909 contagi.  Le altre province vedono Trapani con 78 casi, Catania con 60,  Caltanissetta con 53, Ragusa con 34, Messina 33 e Agrigento con 28. Chiudono Siracusa con 26 nuovi casi ed Enna dove, nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi contagi.

In bilico il comune di Ragusa dove, nonostante l’aumento della curva dei contagi, i numeri si mantengono ancora al di sotto della soglia che farebbe scattare la “zona rossa”.

“Insieme ad Asp” – spiega il sindaco Peppe Cassì – “continuiamo a monitorare costantemente lo scenario, pronti a porre in atto tutte le azioni necessarie che la legge prevede, proporzionali all’andamento dei dati”.

Da domani la Sicilia torna in “zona arancione”, ad eccezione dei comuni dichiarati “zona rossa”, nei quali le restrizioni massime resteranno in vigore fino alla scadenza delle rispettive ordinanze.

(foto: repertorio internet)

© Riproduzione riservata