Covid. Calano i contagi e tornano i posti letto ordinari negli ospedali di Augusta e Noto

Scendono da 16 a 8 i posti letto in terapia intensiva all’ospedale “Umberto I” di Siracusa. La riduzione è stata autorizzata dall’assessorato regionale della Salute, che ha anche disposto la chiusura dei covid center del “Muscatello” ad Augusta e del “Trigona” a Noto riattivando, quindi, i posti letto ordinari, così com’erano nel periodo precedente la pandemia.

Ad Augusta vengono, dunque, riattivati i 18 posti di Medicina e i 14 posti di Chirurgia, mentre a Noto riaprono 12 posti di Geriatria e 4 posti di Recupero e riabilitazione funzionale.

La curva epidemiologica in discesa e la campagna di vaccinazione di massa in pieno svolgimento lasciano, infatti, ben sperare per il futuro ed è giusto che si torni a pensare anche alle altre patologie, anche perché il covid non è, purtroppo, l’unica malattia che può provocare la morte.

A fronte degli attuali 170 posti letto covid, attivati negli ospedali della provincia di Siracusa, e dei 16 posti di Rianimazione, rimarranno in questa fase 50 posti letto covid nel capoluogo, 20 a Lentini ed 8 posti in terapia intensiva all’ospedale Umberto I”.

Naturalmente, ma facendo i debiti scongiuri, l’Asp 8 sarà pronta a riattivare i posti dedicati in via prioritaria a Noto e successivamente ad Augusta, nel caso in cui la pandemia dovesse dare segnali di recrudescenza.

(foto: archivio siracusa2000)

© Riproduzione riservata