Ferrovie. Bluff “Frecciabianca”? Marianna Caronia: l’assessore Falcone riferisca in Aula

Non si placano le polemiche in merito al “Frecciabianca” di Trenitalia, il nuovo collegamento ferroviario tra Palermo, Catania e Messina che, per qualcuno, sarebbe servito per “permettere a Trenitalia di ‘smaltire’ qualche carretta senza pagare costi di demolizione”.
Quel qualcuno è l’on. Marianna Caronia che ha chiesto all’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone di riferire in Aula su questa operazione.
Per la vice presidente della Lega a Sala d’Ercole, il “Frecciabianca” conferma la poca attenzione del governo centrale per la Sicilia e i siciliani.

“Vecchi treni ridipinti e riadattati” – scrive – “mandati in Sicilia dalle regioni del nord, tempi di percorrenza addirittura peggiori dei già lunghissimi tempi precedenti (una media di 65 km orari, 65!!), costi aumentati a carico dei pendolari e a carico di tutti i contribuenti siciliani”.
(foto: repertorio internet. A destra, l’on. M. Caronia)
© Riproduzione riservata