Giornata Mondiale della Prematurità, anche quest’anno il concerto della Ensemble Euridice

Dopo l’esperienza del 2018, anche quest’anno l’Ensemble Euridice, diretta dal maestro Fausto Campisi, sarà al fianco dell’associazione Pi.Gi.Tin. – Piccoli Giganti in Terapia intensiva, in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità, che si celebra anche a Siracusa. “Note di Vita 2019”, questo il titolo del concerto, che si terrà domenica 17 novembre alle ore 18, nel salone “Giovanni Paolo II” del centro congressi Santuario Madonna delle Lacrime. Un concerto che vuole essere un messaggio di speranza a tutte quelle famiglie che vivono il problema e uno strumento per sensibilizzare l’opinione pubblica e far conoscere le esigenze dei bimbi nati pretermine, così come chi si prende cura di loro al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale “Umberto I”, coordinato dal dott. Massimo Tirantello. “L’Ensemble Euridice, da sempre attenta alle tematiche sociali” – commenta il maestro Fausto Campisi – “cerca di sostenere, attraverso la musica, queste iniziative e dare una piccolissima mano alle associazioni di volontariato, come la Pi.Gi.Tin.”. I fondi che saranno raccolti in occasione del concerto del 17 novembre, serviranno per la realizzazione di nuovi progetti per migliorare l’accoglienza dei piccoli prematuri e per sostenere le loro famiglie. Tra i brani che saranno eseguiti durante “Note di Vita 2019”, anche “Arthea”, scritto dal maestro  Antonio Granata, ispirato alla storia della piccola Lucia, figlia di due musicisti dell’Ensemble Euridice,  Cettina e Sebastiano Scatà, venuta alla luce a 23 settimane più 4 giorni di gravidanza (quando pesava 470 grammi) e ricoverata per 130 giorni all’Ospedale Umberto I.

(foto: la Ensemble Euridice – immagine dalla pagina ufficiale Facebook)