Tennistavolo/B1, giornata da dimenticare per il Vigaro Siracusa A e B. Bene solo in C1

La quarta di campionato è stata una giornata da archiviare negativamente per le squadre siracusane impegnate nelle serie nazionali. In serie B1 è semaforo rosso sia per il Vigaro Siracusa A (ancora alla ricerca del primo successo) che per il Vigaro Siracusa B. Il Vigaro Siracusa A ha perso a Zafferana, contro l’Albatros, per 5-3. Per la squadra del presidente Giuseppe Gamuzza hanno venduto cara la pelle Salvo Ganci (autore di due punti) e Francesco Mollica, che ha realizzato un punto.

Il Vigaro Siracusa B, dopo una maratona di cinque ore, ha perso in casa, per 5-4, l’incontro al vertice, che l’opponeva all’Ausonia Enna con più di un rimpianto. Ben due partite, quella di Vasil Hristozov su Fabio Amenta e di Lorenzo Lo Verso su Francesco Impallomeni (sul punteggio di  4-4), si sono concluse in favore degli ospiti ai vantaggi del  quinto set e, in entrambi i casi, erano ad un passo dal successo gli atleti del Vigaro. Da parte di Giovanni Caprì, protagonista di una superlativa prova con la realizzazione di una tripletta, e di Impallomeni, che ha lottato come un leone, i punti della squadra siracusana.

Nel campionato di B2 passo falso del Città di Siracusa che, fuori casa, con l’Astra Valdina soccombe per 5-3, dopo diverse partite molto tirate. Per la squadra del presidente Salvatore Aliotta, una doppietta di Gianluca Puglisi ed una partita portata in porto da Gabriele Puglisi.

L’unica a sorridere è il Vigaro Siracusa di C1 che supera facilmente, per 5-1, fra le mura amiche, l’Albatros Zafferana. I punti sono stati conquistati: (due) da Giuseppe Gamuzza, sempre valido in qualità di atleta, (due) da Sebastiano Cutali e (uno) da Daniele Romano.

(Mario Lo Presti)

(foto:  Vigaro Siracusa B e Ausonia Enna, da sinistra il presidente G. Gamuzza, R. Lo Presti, F. Amenta, F. Impallomeni,G. Caprì, l’arbitro A. Elia, D. Spagnolo, L. Lo Verso,Vasil Hristozov, il dirigente P. Spagnolo)