Villasmundo. Estorsione con il “cavallo di ritorno” ad un imprenditore agricolo, 3 arresti

Avevano tentato il giochetto del cosiddetto “cavallo di ritorno” per estorcere denaro ad un imprenditore agricolo di Villasmundo ma sono finiti in galera.

In tre, hanno prima rubato la macchina per il confezionamento delle rotoballe nell’azienda della vittima poi, dopo qualche ora, due di loro lo hanno avvicinato, prospettandogli di potere riavere il macchinario, pagando 3 mila euro.

L’uomo, che era in compagnia del figlio, disperato per essersi trovato nell’impossibilità di lavorare, aveva accettato la proposta, versando una parte dell’importo richiesto e fissando un nuovo appuntamento nel pomeriggio, per consegnare il saldo e ricevere il macchinario agricolo.

Subito dopo, però, padre e figlio hanno cambiato idea e, coraggiosamente, si sono recati dai Carabinieri ad Augusta ed hanno raccontato tutto.

A quel punto è stata organizzata la trappola: l’uomo si è presentato all’appuntamento con i malviventi ma, al momento della consegna del denaro, sono arrivati i militari che hanno colto i tre estorsori in flagranza di reato.

(foto: repertorio internet)