Lavori di pubblica utilità per i detenuti. Accordo tra Comune e carcere di Cavadonna

Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, e il direttore della casa di reclusione di contrada Cavadonna, Aldo Tiralongo, firmeranno un accordo che impegnerà i detenuti in lavori di pubblica utilità a Siracusa, nell’ambito del decoro urbano, della manutenzione del verde, della pulizia delle spiagge.  

Il tutto nell’ambito di specifici progetti di protezione civile, finalizzati alla prevenzione dei rischi per l’incolumità dei cittadini.

l’ass. G. Genovesi con il sindaco F. Italia

Il protocollo d’intesa, su proposta dell’assessore alla Protezione civile, Giusy Genovesi, è stato deliberato, ieri, dalla Giunta.

Questo protocollo” – spiega la rappresentante dell’esecutivo – “rappresenta un progetto di inclusione ad altissimo valore sociale già redatto dal mio assessorato alla Protezione civile e politiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

Uno dei primi interventi” – anticipa l’assessore Genovesi – “riguarderà la pulizia e il decespugliamento delle aree incolte di proprietà comunale al fine della prevenzione incendi”.

“L’accordo avrà una durata triennale” – aggiunge il sindaco Francesco Italia – “e, oltre a fornire un importante aiuto in termini di manutenzione cittadina e ripristino del decoro urbano, sarà volto a favorire il reinserimento sociale dei reclusi attraverso attività che, abbinate ad un’adeguata formazione, potranno garantire future opportunità di lavoro”.

(fotocopertina: repertorio internet)