Diario della pandemia. In salita il numero dei nuovi casi. In arrivo 2 milioni di test rapidi

Ancora in salita il numero dei nuovi contagi da Coronavirus in Sicilia, con la provincia di Palermo che continua ad essere sorvegliata speciale.

Nel capoluogo dell’isola si registra, infatti, il grosso dei nuovi casi, 37 sui 77, secondo il report di oggi (che fa riferimento alla giornata di ieri).

20 i nuovi Covid-positivi registrati a Catania, 8 ad Agrigento, 4 per ciascuna delle province di Ragusa e Trapani, 2 a Messina e 2 ad Enna. 4327 il numero dei nuovi tamponi eseguiti, 407 mila dall’inizio dell’epidemia.

Non nasconde preoccupazione per la crescita dei casi, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.    

Da palazzo Orleans, la conferenza stampa dell'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, sulla situazione Coronavirus in Sicilia

Da Palazzo Orleans, la conferenza stampa dell'assessore regionale alla #Salute, Ruggero Razza, sulla situazione #Coronavirus in #Sicilia#SiciliasiCura #CoronavirusSicilia #CoronavirusItalia #Covid19 #Covid19Italia Costruire Salute

Pubblicato da Regione Siciliana su Martedì 15 settembre 2020
la conferenza stampa di oggi dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza

 “C’è una situazione di monitoraggio in atto” – dice – “abbiamo alzato l’asticella dell’attenzione”. Intanto, la Regione ha ordinato 2 milioni di tamponi rapidi, disponibili entro la prossima settimana, che saranno distribuiti alle Asp del territorio.

“Il test col tampone rapido” – spiega l’assessore Razza – “ci consente di potere evidenziare in pochi minuti i casi positivi e valutare le azioni territoriali di screening. Un genitore” – conclude – “non può aspettare 24 ore per avere una risposta su un tampone fatto al figlio”.