Violazione dei sigilli del caseificio, denunciato a piede libero il responsabile dell’attività

Dovrà rispondere di violazione dei sigilli, il responsabile di un caseificio di Floridia dove, nel mese di luglio, a seguito di una ispezione, i Carabinieri, avevano posto sotto sequestro 26 chilogrammi privi di tracciabilità.

I prodotti erano stati affidati in custodia allo stesso responsabile dell’attività, in attesa della decisione dell’assessorato regionale alle attività produttive.

Nei giorni scorsi, però, quando i militari sono tornati nel caseificio per procedere alla distruzione dei prodotti sequestrati, così come ordinato dall’assessorato, i formaggi erano spariti.

Il mistero è stato, poi, chiarito, quando il responsabile ha spiegato di avere proceduto in maniera autonoma allo smaltimento.

Una iniziativa che gli è valsa la denuncia a piede libero.

(foto: repertorio internet)