Covid 19. Entro la fine del mese, negli ospedali siciliani, 416 posti letto in terapia intensiva

E’ stato il potenziamento delle strutture Covid in Sicilia, l’argomento di cui si è discusso, oggi, in VI Commissione “Salute, Servizi sanitari e Sociali” dell’Ars, che ha visto anche l’audizione in videoconferenza, dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Entro il 30 novembre, come spiega la presidente della Commissione, Margherita La Rocca Ruvolo, in tutta l’isola saranno attivati 416 posti in terapia intensiva, 2.384 posti per la degenza ordinaria ed 812 per i casi a bassa complessità.

“L’assessore Razza” – prosegue l’on. La Rocca Ruvolo – “ha illustrato la pianificazione dei posti letto per i pazienti Covid già valutata positivamente dal Comitato Tecnico Scientifico regionale.

Tre i livelli di complessità individuati per la gestione dei pazienti che necessitano di cure ospedaliere.

Come fa sapere la presidente della VI Commissione dell’Ars, “è stata prevista anche una pianificazione per la bassa complessità finalizzata a garantire un adeguato turn over nei reparti per acuti, valorizzando così l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri e garantendo un utilizzo più adeguato delle risorse disponibili”.

Per l’aumento dei posti letto in terapia intensiva si potrà ricorrere alla riconversione delle sale operatorie.

(foto: la riunione della VI Commissione dell’Ars)