I precari Asu pronti alla piazza: la Regione intervenga a sanare definitivamente la situazione

“Basta con le prese in giro, siamo pronti alla mobilitazione”! E’ il messaggio che sta girando tra i lavoratori Asu siciliani, da vent’anni in servizio negli Enti Locali, negli uffici della Regione e nelle Aziende Sanitarie.

Si tratta di risorse umane indispensabili per le Pubbliche Amministrazioni dove operano, come sottolinea il Csa-Cisal, al fianco dei lavoratori in questa lunga e difficile battaglia per il riconoscimento della stabilizzazione.

Per Giuseppe Badagliacca, Clara Crocė e Gianluca Cannella, se gli Asu incroceranno le braccia, molte attività rimarranno bloccate, visto che si occupano di protocollo, anagrafe, stato civile, tributi e servizi sociali, solo per citare alcuni dei servizi nei quali vengono utilizzati.

“Nonostante questo” – prosegue la nota del Csa-Cisal – “sono da sempre l’ultima ruota del carro: l’Assemblea regionale intervenga per sanare definitivamente una situazione che” – chiosano i tre firmatari – “si trascina ormai da due decenni”.

(foto: archivio siracusa2000)