Siracusa. “Spedizione punitiva” per il furto di un telefonino, storie di “mala gioventù”!

La “mala gioventù”, che non è proprio il sequel della “meglio gioventù”, è quella che ci porta a raccontare squallide storie di vendette e spedizioni punitive, come quella avvenuta ieri pomeriggio in via Nino Martoglio.

Tre giovani, uno dei quali appartenente al gentil sesso, si sono presentati a casa di una coetanea e, dopo aver distrutto tutti i vasi del pianerottolo, hanno proseguito il raid all’interno, minacciando con un coltello la nonna ed il padre della ragazza, distruggendo tutto ciò che capitava loro sotto mano e dandosi alla fuga.

Scattate le ricerche, gli agenti hanno, poi, rintracciato due dei tre aggressori, un 20enne ed una 17enne, ambedue denunciati per minacce e danneggiamento.

Nei confronti del ragazzo è scattata anche la denuncia per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, giacchè nello zainetto nascondeva un coltello.

Il movente della spedizione punitiva sarebbe stato il furto del cellulare di uno dei tre, da parte della ragazza, durante una festa a Fontane Bianche, avvenuto la scorsa settimana.

(foto: archivio siracusa2000)

© Riproduzione riservata