Catania. 50 tablet per la scuola “Campanella-Sturzo”. Li ha messi a disposizione il Comune

L’Istituto Comprensivo “Campanella-Sturzo” di Librino, potrà contare su 50 tablet nuovi di zecca  che la dirigente scolastica, Graziella Orto, destinerà ai bambini di famiglie disagiate.

Si tratta di una donazione ricevuta dall’Amministrazione comunale d Catania da parte di una società privata che si occupa di informatica, che ha curato la comunicazione di un’azienda alimentare.

“D’intesa con l’assessore Mirabella e il direttore Ferraro” – dichiara il sindaco Salvo Pogliese – “abbiamo deciso di mettere a disposizione questi 50 dispositivi elettronici ai ragazzi di una scuola costretta a operare in un contesto difficile”.

Il “Campanella-Sturzo” di Librino è stato, più di una volta, bersaglio della criminalità, subendo furti e atti vandalici ai quali il Comune, nonostante le gravissime condizioni finanziarie, ha dovuto fare fronte.

(foto: il sindaco S. Pogliese, con l’ass. B. Mirabella, il Capo di gabinetto, G. Ferraro, i rappresentanti dell’azienda ed alcuni alunni ed insegnanti dell’Istituto)

© Riproduzione riservata