Priolo. Sorpresi a rubare cavi di rame in uno stabilimento, ai domiciliari padre e figlio

300 chilogrammi di rame. Era questo il bottino che due priolesi, padre e figlio, stavano realizzando all’interno di uno stabilimento nella zona industriale, quando sono stati sorpresi dai Carabinieri.

La recinzione del magazzino tagliata ha, infatti, insospettito i militari impegnati nelle attività di controllo del territorio che hanno, quindi, effettuato una perlustrazione più approfondita all’interno dello stabilimento.

I due sono stati, così, colti in flagranza di reato e condotti in caserma, Dopo le formalità di rito sono stati ammessi agli arresti domiciliari, mentre la refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

(foto: archivio Carabinieri)

© Riproduzione riservata